Blitz in una carpenteria nel napoletano: sequestrati macchinari e struttura senza autorizzazione

Blitz in una carpenteria nel napoletano: sequestrati macchinari e struttura senza autorizzazione

Le operazioni di saldatura e taglio avvenivano con emissioni incontrollate nell’atmosfera, questo provocava miscele di gas maleodoranti percepiti dall’intero vicinato


CERCOLA – I carabinieri forestali della stazione di Napoli hanno denunciato per gestione illecita di rifiuti una donna del 46, titolare di una carpenteria. L’attività – perlopiù impegnata nella lavorazione del ferro – era senza autorizzazione e le operazioni di saldatura e taglio avvenivano con emissioni incontrollate nell’atmosfera.

Questo provocava miscele di gas maleodoranti percepiti dall’intero vicinato. In un locale attiguo erano stoccati rifiuti speciali, bombole di acetilene (gas) e ossigeno scariche. Sequestrato il capannone dove si svolgevano le lavorazioni e i macchinari presenti. Notificate anche sanzioni salate: il conto supera i 2mila euro.