Choc al posto di blocco, poliziotto palpeggia donne: “Se facciamo sesso non ti faccio la multa”

Choc al posto di blocco, poliziotto palpeggia donne: “Se facciamo sesso non ti faccio la multa”

L’uomo non si fermava neanche in presenza dei figli delle vittime


MONDRAGONE/CELLOLE – Rischia ben 9 anni di carcere per il reato di violenza sessuale il poliziotto di 66 anni finito nei guai dopo le denunce presentate da due donne fermate durante i controlli. All’epoca l’uomo era agente della polizia stradale del distaccamento di Cellole.

Nel corso della requisitoria il pm Valentina Santoro ha invocato tale pena per l’agente. Secondo l’accusa nel 2018 avrebbe abusato di due automobiliste davanti ai figli. Due gli episodi contestati: nel primo caso fermò, secondo quanto riporta Edizione Caserta,  una madre di famiglia senza cintura e con la revisione scaduta. Le fece capire se si fossero incontrati in seguito non avrebbe elevato la multa; a quel punto le si avvicinò palpandole il seno e le gambe davanti al figlio.

Stessa cosa accaduta a Castel Volturno quando la vittima fu addirittura una donna incinta che viaggiava insieme ai figli di 4 e 2 anni. Dopo le denunce delle due donne, che si sono costituite parte civile nel processo, l’agente venne sospeso dal servizio.