Criptovalute: quali sono le più conosciute?

Criptovalute: quali sono le più conosciute?

Uno dei temi di maggiore interesse nel settore dell’economia e della finanza internazionale negli ultimi anni


Negli ultimi anni, uno dei temi di maggiore interesse nel settore dell’economia e della finanza internazionale, è sicuramente l’argomento criptovalute. Di questo settore affascinante dell’economia, nell’immaginario collettivo, il pensiero va automaticamente al Bitcoin, che è stata la prima valuta digitale ad essere proposta in commercio. Ad oggi questo mondo ha assistito all’ascesa sul mercato di molteplici altre monete virtuali che hanno assunto una discreta notorietà.

 

Attualmente la nascita di nuove ICO (Initial Coin Offering) o vendita di token, che consentono lo start-up di nuove criptovalute, alcune vanno alla deriva nei primi mesi dal loro ingresso nelle transazioni elettroniche, altre invece vanno avanti con successo ed apportano delle novità, rispetto alle monete competitor. Nel 2022 le criptovalute esistenti sono centinaia, ma alcune sono ritenute, per una serie di fattori, più affidabili e convergono la maggior parte delle transazioni, sono quelle più conosciute di questa economia decentralizzata, e molti esperti ritengono, che hanno la potenzialità di mettere in discussione la monopolizzazione della moneta stampata dalle Banche Centrali.

 

Principali Criptovalute

Scorgendo la lista completa delle criptovalute esistenti notiamo che ci sono molteplici progetti interessanti nati in questo settore decentralizzato dell’economia. Scopriamo le più importanti:

 

– Bitcoin, il pioniere delle criptovalute, ad oggi è, di anni luce, la più capitalizzata in Italia e anche a livello internazionale. La sua fondazione ha un nome Satoshi Nakamoto, anche se ancora oggi rimane un mistero su quale organizzazione si possa nascondere dietro questo nome. Malgrado sia la moneta virtuale più famosa e utilizzata, la sua architettura è ritenuta obsoleta, infatti per aggiornare il codice di una criptovaluta bisogna attendere circa 10 minuti, per aspettare che quasi tutta la community dia il consenso. Nonostante questi inconvenienti strutturali mantiene degli ottimi standard di guadagno, per tutti coloro che fanno trading.

 

– Ethereum, è la seconda moneta del settore più acquistata, fondata dal russo Vitalik Buterin nel 2013, quando era un semplice universitario, appassionato di criptovalute. Questo progetto ha caratteristiche completamente diverse da Bitcoin, infatti utilizza una tecnologia intelligente, attraverso contratti (smart contract), che consentono la transazione tra due parti senza il consenso di una figura intermediaria. Tutto questo è stato reso possibile anche dal fatto che si tratta di una community più piccola e le transazioni risultano più veloci.

 

– Ripple, si piazza al terzo posto, questa moneta nasce da un concetto analogo a quello di Ethernum, un’organizzazione con ampia libertà di movimento al suo interno. Lo scopo principale di questa valuta è il trasferimento di un bene da un soggetto all’altro, con il coinvolgimento nel ruolo di mediatore della criptomoneta. La convalida della transazione avviene in modo pressoché istantaneo.

 

Seguono altre criptovalute come USD Coin, Stellar, EOS, Litecoin, BNB, Binance USD, Cardano, Solana, Dogecoin, Monero ecc.

 

Criptovalute dal potenziale futuro

Come abbiamo visto, sono centinaia le criptovalute esistenti e tante quelle che continuano ad essere immesse nella blockchain e vanno ad incrementare il mercato digitale. Tra questo mare magnum di criptovalute, alcuni esperti ed analisti di economia, si sono sbilanciati a fare delle previsioni future sull’andamento dei mercati di questi strumenti di economia decentralizzata.

 

Secondo gli esperti il futuro dovrebbe essere roseo per Ethereum, visto il passaggio dal protocollo Proof of Work alla funzione Proof of Stake, questo consentirà migliore scalabilità della blockchain, consumo ridotto della rete e realizzazione di un’interfaccia molto più flessibile. Altra moneta che gli esperti ipotizzano in ripresa per il nuovo anno, è il Bitcoin arrivando esso da una forte battuta d’arresto, la fiducia deriva dalla sua storia ciclica, fatta di formidabili riprese alternata a cali inflazionistici.

 

Questa ripresa è stata ipotizzata anche dalle banche, considerate nemiche storiche della moneta, come ad esempio Jp Morgan. Infine altre organizzazioni che potrebbero avere delle ottime performance, sono Shiba Inu, The Sandbox, NEO e Binance Coin.