Elezioni, è caos trasporti a Napoli e provincia: boom di permessi elettorali

Elezioni, è caos trasporti a Napoli e provincia: boom di permessi elettorali

Sono state 300 le richieste di permesso elettorale avanzate da altrettanti dipendenti


NAPOLI – Si annunciano giorni di disagi nel settore del trasporto pubblico, a Napoli e in provincia, a causa dell’elevato numero di permessi chiesti dai dipendenti delle aziende impegnati come scrutatori, presidenti di seggio o rappresentanti di lista. Un fenomeno che si rinnova puntualmente in occasione di appuntamenti elettorali, ma che in questa occasione sembra avere numeri ancora più significativi del solito specie all’Eav, la holding regionale del tpl da cui dipendono le ferrovie Circumvesuviana e Cumana più un gran numero di autolinee.

Il problema, spiegano dall’azienda, non riguarderà tanto i trasporti su ferro quanto quelli su gomma: ad oggi sono 112 gli agenti che hanno chiesto di usufruire dei permessi. “Con un numero di assenze così consistente, l’azienda non riuscirà a garantire tutti i servizi autobus previsti per le giornate di sabato, domenica e lunedì”, spiega l’Eav.

Nel capoluogo campano, ancora affollatissimo di turisti, anche l’Anm, Azienda napoletana mobilità, annuncia disagi: sono state 300 le richieste di permesso elettorale avanzate da altrettanti dipendenti. Risultato, da sabato a lunedì la metropolitana di Napoli effettuerà servizio solo tra le stazioni Piscinola e Dante. Previsti problemi anche per le linee dei bus. Problemi anche per la funicolare di Chiaia che nella giornata di domenica 25 effettuerà solo corse dirette senza fermate intermedie (corso Vittorio Emanuele e via Palizzi)