Elvira uccisa da una moto pirata, raccolta fondi per aiutare la mamma: deve prendersi cura di due bambini

Elvira uccisa da una moto pirata, raccolta fondi per aiutare la mamma: deve prendersi cura di due bambini

Elvira ha perso la vita, nello stesso modo in cui se ne è andato il fratello, padre di due figli, la madre dei due ragazzi dovrà prendersi cura dei bambini senza poter contare più sul sostegno economico che le offriva la 34enne


NAPOLI – Elvira Zibra, 34 anni, era una ragazza napoletana che stava attraversando Via Caracciolo, sulle strisce pedonali, quando all’improvviso è stata investita da una moto che impennava ad altissima velocità sul lungomare di Napoli.

Elvira ha perso la vita, nello stesso modo in cui se ne è andato il fratello Mustafha, padre di due figli, morto investito da un’auto nel quartiere di Pianura.

La madre dei due ragazzi, la signora Alba, dovrà prendersi cura dei due bambini di Mustafha, senza poter contare più sul sostegno economico che le offriva Elvira ed è per questo che è stata avviata dal giovane napoletano Mattia Corvino una raccolta fondi on-line per poterla aiutare. Alla campagna hanno aderito cittadini e commercianti del quartiere dove lavorava ed è stata uccisa Elvira.

“La vicenda di questa assurda tragedia sta già  cadendo nel dimenticatoio e la famiglia di Elvira resta, così, sola. Noi tutti abbiamo, invece, il dovere di aiutarla e sostenerla. Già alcuni commercianti hanno iniziato ad aiutare la famiglia ma in attesa che si attivi un fondo nazionale per le vittime dobbiamo aiutare questa famiglia.

Perdere una figlia, dopo averne perso un altro, in questo modo è una cosa terribile che ti lascia dentro il segno per tutta la vita ed è per questo che lotteremo per far ottenere giustizia alla famiglia di Elvira, chi l’ha uccisa dovrà pagare caro, basta con le condanne irrisorie.

Ora subito dossi a via Caracciolo e misure contro i pirati della strada.”- le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e del conduttore de La Radiazza Gianni Simioli.

CLICCA QUI PER LA RACCOLTA FONDI