Giugliano, nuovo impianto per smaltire le ecoballe: proteste fuori al comune ed a Ponte Riccio

Giugliano, nuovo impianto per smaltire le ecoballe: proteste fuori al comune ed a Ponte Riccio

Pennacchio: “Necessario intervento della politica, doveroso interrogarsi sulla legittimizzazione dell’impianto”


GIUGLIANO – Questa mattina si è tenuta la protesta del Comitato Cosmos fuori al comune di Giugliano e davanti al nuovo impianti rifiuti a Ponte Riccio, che proprio questa mattina doveva essere inaugurato. L’assenza di De Luca, che si è limitato a tenere una conferenza stampa in Regione a causa di sopraggiunti impegni, non ha impedito ai membri del comitato di esprimere il loro parere su una questione che, secondo loro, merita un approfondimento da parte delle forze politiche.

“Aspettiamo De Luca per esporre problematicità”

A parlare alla nostra redazione è Pasquale Pennacchio, ora presente sull’ex centrale turbo gas a Ponte Riccio, dove è appunto imminente l’apertura di un nuovo impianto per lo spacchettamento delle ecoballe. “Siamo qui fuori l’impianto stamattina, ma c’eravamo il 3 maggio quando il Comitato presentò la sua opposizione al Tar. Ricordiamo che attualmente pende dinanzi al Consiglio di Stato un ricorso sulla legittimizzazione di questo impianto e sul continuare ad investire sul piano ambientale in modo invasivo su questo territorio. La politica giuglianese ha degli obblighi nei confronti di Giugliano sul chiarire la funzione di questa struttura. Non è chiarito, ad esempio, che fine farà il materiale che non sarà smaltito. Sono temi di cui la politica giuglianese si deve sicuramente occupare, anche per quanto riguarda i controlli che verranno svolti. Ricordiamo tutti i numerosi miasmi cui talvolta è costretto a interfacciarsi il nostro territorio. Aspettiamo De Luca per esporgli queste problematicità”.

La risposta di De Luca

“Protestano perché si vogliono tenere le ecoballe, perché vogliamo toglierle da lì? La protesta è perché eliminiamo le ecoballe? E come si fa ad eliminare le ecoballe, con uno schiocco di dita? Credo che dobbiamo deciderci a fare le persone serie, i campi di ecoballe sono a Giugliano, non sono a Napoli città. Quindi noi stiamo ripulendo il territorio di Giugliano, stiamo bonificando il territorio con un impianto avanzatissimo.

È tempo di serietà, le scemenze non hanno più motivo di esistere”. Così il governatore, Vincenzo De Luca, risponde alle proteste in atto a Giugliano. “Qual è il problema? Faccio veramente fatica a capire queste cose che mi sembrano cervellotiche – ribadisce a margine della presentazione dell’impianto di bonifica di Giugliano – Stiamo liberando il comune di Giugliano da montagne di ecoballe e qualcuno si lamenta, ma sono cose dell’altro mondo. Stiamo bonificando tutto il territorio e stiamo creando una economia circolare. È tutto perfettamente a norma, finiamola e ringraziamo il Padreterno che c’è un governo regionale che ha preso in mano le montagne di ecoballe accumulate a Giugliano e le sta eliminando per ridare dignità ad un territorio bellissimo”. “Il delitto è stato fatto quando hanno collocato lì le eccoballe in uno dei territori più fertili della regione Campania – ha concluso – I cittadini avranno modo di verificare che davvero stiamo bonificando tutto il territorio”.