Gragnano, Alessandro cade dal 4° piano e muore sul colpo: si apre la pista del cyber-bullismo

Gragnano, Alessandro cade dal 4° piano e muore sul colpo: si apre la pista del cyber-bullismo

I primi ad arrivare sul posto sono stati i carabinieri della stazione di Gragnano, che hanno coordinato le operazioni


GRAGNANO – Alessandro, 13 anni, cade dalla finestra del 4° piano e muore sul colpo. Stando ad una prima supposizione potrebbe essere rimasto vittima del cyber-bullismo.

I fatti sono avvenuti nella mattinata di ieri in via Lemma. Quando i militari sono arrivati il 13enne era a terra, successivamente è intervenuto il personale del 118 che ne ha constatato il decesso. Secondo una prima ricostruzione pare che il minore si sia sporto troppo nel tentativo di aggiustare il cavo dell’antenna Tv per poi perdere l’equilibrio e cadere. A dare l’allarme sono stati alcuni vicini di casa, che si sono accorti che il 13enne era a terra agonizzante. In pochi minuti si è messa in moto la macchina dei soccorsi, purtroppo risultata vana. I primi ad arrivare sul posto sono stati i carabinieri della stazione di Gragnano, che hanno coordinato le operazioni. All’arrivo dell’ambulanza del 118, però, Alessandro era già privo di vita e il personale medico non ha potuto far altro che constatarne il decesso. La Procura di Torre Annunziata (procuratore Nunzio Fragliasso, sostituto Giuliana Moccia) ha aperto un’inchiesta. Nessun indagato al momento, con due ipotesi principali al vaglio: una tragica fatalità oppure l’istigazione al suicidio. Come riportato da Il Mattino.

La salma è stata trasferita all’obitorio di Castellammare di Stabia in attesa di capire se sia necessaria l’autopsia, che sarà eventualmente disposta nei prossimi giorni. Sotto sequestro è finito il cellulare del ragazzo, il cui contenuto ora è al vaglio degli inquirenti.