Insegnante ucciso nel cortile a scuola a Melito, l’assassino ripreso dalle telecamere?

Insegnante ucciso nel cortile a scuola a Melito, l’assassino ripreso dalle telecamere?

L’istituto si trova in una strada cieca in cui sono presenti diverse case e negozi; che la soluzione sia proprio in quelle telecamere?


MELITO – Un insegnate assassinato nel cortile di una scuola: sembra la trama perfetta di un film giallo, eppure è la triste realtà. E’ quanto accaduto nella giornata di ieri a Melito, nell’istituto “Marino-Guarano” di via delle Magnolie, e la vittima è Marcello Toscano, 64 anni, docente ed ex consigliere di Mugnano dal 2015 al 2020. Lascia la moglie, Rosangela Iodice, anch’essa insegnante, e due figli, Ciro ed Ezia. Ebbene, a poche ore dalla macabra scoperta del cadavere, emergono nuovi dettagli sull’intricata vicenda, sulla quale stanno cercando di far luce i carabinieri.

La soluzione del delitto nelle telecamere

La scuola si trova in un viale cieco, e per accedervi la strada è unica. In questa strada ci sono attività commerciali e diverse abitazioni presso le quali sono presenti delle telecamere. Quindi, probabilmente, saranno proprio le riprese delle telecamere a  fornire agli inquirenti informazioni sull’assassino, che dovrebbe esser stato ripreso mentre lasciava la strada. Tra l’altro, nel cortile della scuola hanno l’affaccio diversi palazzi. Dunque, risulta praticamente impossibile che nessuno abbia sentito o visto qualcosa.