Litorale domitio, minaccia moglie e suocera con un punteruolo: arrestato

Litorale domitio, minaccia moglie e suocera con un punteruolo: arrestato

Portato in caserma, è emerso che l’uomo avesse motivi di astio verso la donna dovuti al forte disaccordo circa la loro separazione


MONDRAGONE (CE) – Ha provato ad entrare in casa della moglie armato di un grosso punteruolo di legno, utilizzandolo per forzare il cancello d’ingresso. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri che, dopo una segnalazione, sono accorsi sul posto trovando l’uomo ancora intento a minacciare la moglie davanti ai due figli minori e alla suocera: ora si trova nella casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, dove è in attesa dell’autorità giudiziaria.

I tentativi di ingresso armato di punteruolo

Tutto è accaduto la scorsa notte a Mondragone, in provincia di Caserta: qui, un cinquantenne del posto armato di punteruolo stava forzando il cancello d’ingresso che porta all’abitazione dove c’era la moglie, la suocera e i due figli piccoli. L’uomo è stato fermato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Mondragone prima che riuscisse ad entrare: allertati da una segnalazione, l’uomo è stato fermato mentre ancora minacciava la moglie, con la quale è in corso di separazione.

L’arresto in flagranza di reato

Portato in caserma, è emerso che l’uomo avesse motivi di astio verso la donna dovuti al forte disaccordo circa la loro separazione, tanto che già in passato aveva avuto atteggiamenti e comportamenti aggressivi e minatori nei suoi confronti, anche davanti ai due figli minori e, come accaduto ieri, alla suocera. Sequestrato il punteruolo di legno, lungo 25 centimetri, che l’uomo stava utilizzando. Portato in carcere dopo l’arresto in flagranza di reato, deve rispondere di atti persecutori aggravati e porto di oggetto atto ad offendere.

FONTE: FANPAGE.IT