Lutto nel mondo dello spettacolo: è morto Bruno Arena, comico dei “Fichi d’India”

Lutto nel mondo dello spettacolo: è morto Bruno Arena, comico dei “Fichi d’India”

Il dolore del figlio: “Non ero pronto, ma tanto non lo sarei mai stato, buon viaggio papà… lasci un vuoto immenso”


NAZIONALE – È morto Bruno Arena (a destra nella foto). Il comico e attore del duo comico I Fichi d’India da diversi anni lontano dalle scene in seguito a un malore, si è spento all’età di 65 anni. A darne notizia sui social è stato Paolo Belli, amico di lungo corso di Arena, che ha condiviso su Facebook una loro foto. Negli stessi minuti il messaggio sui social del figlio, Gianluca, che come suo padre ha deciso di intraprendere la carriera da comico: “Non ero pronto, ma tanto non lo sarei mai stato, buon viaggio papà… lasci un vuoto immenso”.

Il malore nel 2013

Una notizia, quella della scomparsa di Arena, che in questi minuti è accompagnata da un sentimento di cordoglio generale da parte di tanti utenti sui social network e amici di Arena nel mondo dello spettacolo. La vicenda dell’attore, che subì un aneurisma nel 2013 che compromise le sue capacità motorie, ha generato nei suoi confronti un grande affetto del pubblico e delle persone a lui vicine. Arena non si era fermato davanti alle conseguenze determinate dal suo malore, anche perché il trauma del 2013 era arrivato a circa 20 anni di distanza da quell’incidente stradale a fine anni ’80 che lo aveva già messo a dura prova.

La carriera di Bruno Arena

Nato a Milano, Arena ha frequentato il liceo artistico e l’ISEF. Infatti, dopo gli studi, ha lavorato come insegnante di educazione fisica a Varese. Nel 1983, ha iniziato anche a lavorare come animatore turistico, ma l’anno dopo, è stato vittima di un grave incidente automobilistico che l’ha costretto a subire vari interventi chirurgici. Ripresosi completamente, nel 1988 conosce Max Cavallari e, nel 1989, sulla spiagge di Palinuro nasce il duo i Fichi d’India (riferito proprio ai fichi del posto) e da allora sono inseparabili. L’esordio avviene a Radio Deejay, con Marco Baldini e iniziano a girare l’Italia con i loro spettacoli di cabaret. Dal 1994 al 1998 lavorano sempre a Radio DeeJay, mentre nel 1995 partecipano a “La sai l’ultima” e dal 1996 al 1998 sono protagonisti dell’intrattenimento estivo all’Aquafan di Riccione. Tra il 1997 e il 1999, sono presenti a Zelig Facciamo Cabaret che ne decreta il successo presso il grande pubblico. Tra il 1999 e il 2000 portano nei teatri lo spettacolo “Uno, due tre… Stella!”, partecipano ai film “Lucignolo”, per la regia di Massimo Ceccherini e “Amore a prima vista”, diretto da Vincenzo Salemme.

FONTE: FANPAGE.IT