Napoli e la Campania sott’acqua: “Case e negozi allagati, strade come fiumi in piena”

Napoli e la Campania sott’acqua: “Case e negozi allagati, strade come fiumi in piena”

A Giugliano la zona Monaci è completamente allagata mentre a Crispano e Brusciano l’acqua alta ha invaso le case con serissimi danni per arredamenti e strutture. A Marano, nei pressi della scuola D’Azeglio, atri e piazzale allagati


NAPOLI – “Il maltempo ha colpito duramente la nostra regione e sono arrivate centinaia di segnalazioni di situazioni emergenziali. A Napoli, via Posillipo è diventata un fiume in piena con l’acqua che ha superato  i marciapiedi correndo in modo impetuoso verso Mergellina e trascinando ogni cosa che incontrava. A Pianura e in diversi quartieri della città allagamenti di strade, scantinati e abitazioni hanno messo in seria difficoltà cittadini e commercianti, molti dei quali sono stati costretti a chiudere bottega per i danni subiti. Stessa situazione in via Nuova Brecce nella zona industriale della città. In Provincia di Napoli diverse emergenze nelle zone di Licola e Lago Patria dove si è registrato anche un incidente a causa della pioggia  sull’arteria che collega Varcaturo a Castel Volturno con traffico paralizzato.

A Giugliano la zona Monaci è completamente allagata mentre a Crispano e Brusciano l’acqua alta ha invaso le case con serissimi danni per agli arredamenti e alle strutture. A Marano, nei pressi della scuola D’Azeglio, atri e piazzale allagati. Vigili del fuoco sul posto, necessario l’intervento delle idrovore per liberare l’acqua. Dal Casertano arrivano immagini forti da Santa Maria Capua Vetere dove  in via Fardella i tombini sono saltati e le case sono rimaste sommerse dall’acqua.

Non è andata meglio sul circuito ferroviario con treni bloccati sulla tratta Napoli Formia a causa della caduta di un pilone dell’alta tensione e il sottopasso della TAV della stazione di Afragola completamente allagato. Ci troviamo di fronte a un’emergenza climatica oramai conclamata, alla quale si aggiunge la scarsa manutenzione di strade, tombini e fognature. Il prossimo governo dovrà affrontare immediatamente questa criticità in modo prioritario con un Piano straordinario per l’emergenza climatica che veda protagonisti i comuni, per evitare nuove drammatiche catastrofi”. Queste le parole del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, che ha ricevuto decine di segnalazioni foto e video dai cittadini.