Napoli, truffa con carte di credito: otto persone finiscono nei guai

Napoli, truffa con carte di credito: otto persone finiscono nei guai

Inoltre, un 28enne che non si era fermato all’alt è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale


NAPOLI – Ieri mattina gli agenti del Commissariato San Carlo-Arena, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Sogliano hanno intimato l’alt ad un’auto con a bordo due persone ma il conducente ha accelerato la marcia per eludere il controllo.
Ne è nato un breve inseguimento terminato in piazza di Vittorio dove i due sono stati bloccati e trovati in possesso di una “postepay”, intestata ad un’altra persona, e 600 euro di cui non hanno saputo giustificare la provenienza; inoltre, il passeggero è risultato destinatario di un divieto di ritorno nel Comune di Napoli emesso dal Questore di Napoli il 14 luglio 2021.

Il conducente ha raccontato loro che avrebbero dovuto consegnare il denaro ad una persona a Casoria, difatti giungevano numerosi messaggi sul suo cellulare nei quali veniva sollecitata proprio quella consegna.
Gli agenti, pertanto, si sono recati in via Cavour a Casoria dove hanno identificato un uomo e una donna i quali, a loro volta, hanno raccontato che i soldi avrebbero dovuto consegnarli ad un’altra persona; infine, poco dopo, è sopraggiunta un’auto con a bordo 4 uomini che si sono fermati in corrispondenza della coppia.

I quattro sono stati identificati e controllati e uno di essi è stato trovato in possesso di 800 euro e 3 carte di credito, mentre un altro di 3 carte di debito e 650 euro di cui non hanno saputo giustificare la provenienza.
Otto napoletani, tra i 19 e i 46 anni, sono stati denunciati per tentata truffa e ricettazione; inoltre, il 28enne che non si era fermato all’alt è stato altresì denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale, mentre il 25enne che era con lui in auto è stato anche denunciato per inottemperanza al divieto di ritorno cui è sottoposto.