Processo Novaceta, assolto Gianni Lettieri

Processo Novaceta, assolto Gianni Lettieri

Resta così del tutto smentito l’assunto della Pubblica Accusa in primo grado, che aveva sostenuto l’esistenza di fantomatiche intese volte ad impedire la reale ripresa produttiva della società a vantaggio di una ipotetica speculazione immobiliare


MILANO – La Corte di appello di Milano, su conforme parere del Procuratore Generale, ha ribaltato la sentenza di primo grado ed ha escluso la bancarotta fraudolenta per Giovanni Lettieri, noto imprenditore campano e patron di Atitech, facendo venir meno la relativa condanna nel processo per la vicenda Novaceta, la storica società di Magenta che circa 15 anni fa, da parte di un gruppo di imprenditori tra i quali Lettieri, era stato oggetto di uno tentativo di rilancio sfortunato, della cui correttezza di intenti la presente pronuncia costituisce indiretta conferma. Per le residue posizioni colpose minori la Corte ha dichiarato l’improcedibilità per intervenuta prescrizione del reato.
Resta così del tutto smentito l’assunto della Pubblica Accusa in primo grado, che aveva sostenuto l’esistenza di fantomatiche intese volte ad impedire la reale ripresa produttiva della società a vantaggio di una ipotetica speculazione immobiliare.