Reddito di cittadinanza, il monito di Toninelli: “Se lo tolgono rischio guerra civile”

Reddito di cittadinanza, il monito di Toninelli: “Se lo tolgono rischio guerra civile”

“Meloni odia i poveri, il reddito è un atto d’amore non voto di scambio”


NAZIONALE – Le elezioni del 25 settembre si fanno sempre più vicine, e uno dei temi più caldi, compreso (o attaccato) secondo diversi programmi politici, è quello del reddito di cittadinanza. Il centrosinistra fa di esso uno dei suoi punti di vorza. Al contrario, il centrodestra, lo denigra definendolo “voto di scambio”.

“La Meloni odia i poveri. Perché il reddito è un atto d’amore e di aiuto a favore di chi si trova in difficoltà economica. L’esatto opposto del voto di scambio, che è un atto spesso criminale”. Così, all’Adnkronos, il senatore del M5S Danilo Toninelli. A chi gli chiede se il fattore ‘reddito’ stia giocando un ruolo decisivo nella rimonta del Movimento, l’ex ministro risponde: “Certamente. Reddito e salario minimo sono gli unici che potranno garantire la stabilità sociale nei difficili anni a venire. Non averli entrambi ci esporrà a disordini se non peggio a una guerra civile. Questo la gente che vive le difficoltà quotidiane l’ha bene capito e per questo ci voterà”.