Sant’Antimo. Beccati a smontare catalizzatore auto: arrestati in due, uno è di Giugliano

Sant’Antimo. Beccati a smontare catalizzatore auto: arrestati in due, uno è di Giugliano

Sequestrati gli attrezzi utilizzati per lo scasso; l’altro è di Casandrino


SANT’ANTIMO – I carabinieri della tenenza di sant’antimo hanno arrestato per concorso in furto aggravato Aniello Capuano e Aniello Piscopo, entrambi già noti alle forze dell’ordine. Sono stati sorpresi questa notte in Corso Italia mentre smontavano il catalizzatore di una Fiat Palio parcheggiata lungo il marciapiede. Dalla marmitta avrebbero verosimilmente estratto il palladio, metallo prezioso (un chilo di palladio è ora quotato sui 67mila euro circa) che insieme a rodio e platino filtra gli inquinanti dei gas di scarico. I due sono finiti in manette, sequestrati gli attrezzi utilizzati per lo scasso. Sono ora in attesa di fornire al giudice la loro versione dei fatti.

I NOMI DEI SOGGETTI

CAPUANO ANIELLO NATO GIUGLIANO IN CAMPANIA 8.03.1976
PISCOPO ANIELLO NATO CASANDRINO 23.06.1974