Tragedia sfiorata a via Caracciolo: auto travolge 2 giovani in scooter, corsa in ospedale

Tragedia sfiorata a via Caracciolo: auto travolge 2 giovani in scooter, corsa in ospedale

Dopo la morte di Elvira un altro grave episodio si è verificato sul lungomare di Napoli


NAPOLI – Ennesimo grave incidente in via Caracciolo: travolti e feriti gravemente due ragazzi in scooter. A pochi giorni dalla morte di Elvira, la 34enne travolta e uccisa da uno scooter in impennata, il Lungomare Caracciolo è tornato ad essere teatro di un grave incidente dettato dall’incoscienza.

Come raccontatoci dai presenti, una macchina, che giungeva a tutta velocità da via Orazio (zona clinica Mediterranea) ha colpito in pieno uno scooter con in sella due ragazzi. I giovani hanno riportato gravi ferite, uno la rottura di gambe e bacino, ma per fortuna non sarebbero in pericolo di vita.

“La situazione ormai è degenerata, e non c’è alcun controllo. Nel weekend guidare o semplicemente passeggiare nella zona nei pressi del Lungomare è diventato uno sport estremo e pericolosissimo. Vigono le regole  del ‘passo prima io’, della velocità sfrenata, dell’incoscienza più totale. E intanto famiglie perbene sono costrette a piangere i propri cari. E’ il momento di istituire presidi fissi delle forze dell’ordine, che possano meglio disciplinare il traffico, punire gli incivili e, soprattutto, fungere da deterrente per le teste calde”. Queste le parole di Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde e di Fiorella Zabatta, co portavoce regionale de il Sole che ride.