Tragico incidente stradale: 41enne incinta di 2 gemelli investita, morto uno dei 2 neonati

Tragico incidente stradale: 41enne incinta di 2 gemelli investita, morto uno dei 2 neonati

La signora, dopo l’impatto, si è dovuta sottoporre ad un drammatico parto d’urgenza. Gravissimo l’altro dei due piccoli


ROMA – Una donna incinta di due gemelli investita da un’auto ha dovuto sottoporsi ad un parto d’urgenza. Uno dei due neonati è morto, mentre l’altro è gravissimo. Tragedia lungo la via Appia ai Castelli Romani, dove martedì scorso 30 agosto una quarantunenne del posto, al settimo mese di gravidanza, stava camminando a piedi tra Velletri e Genzano, per raggiungere la fermata dell’autobus, di ritorno da casa di un’amica. Improvvisamente un’auto Renault Kangoo l’ha investita all’altezza del chilometro 37. Alla guida c’era un uomo di Lanuvio, che è stato denunciato.

Da quanto si apprende la donna stava camminando lungo il lato destro della strada, dove non non c’è il marciapiede. Improvvisamente la macchina, forse vedendola troppo tardi oppure non riuscendo a frenare in tempo, l’ha urtata ed è caduta a terra. Il conducente si è subito fermato per prestarle soccorso, mentre aspettava che arrivasse il personale sanitario in ambulanza. I paramedici l’hanno trasportata al pronto soccorso del Nuovo Ospedale dei Castelli. I medici hanno constatato che il suo stato di salute non destava particolare preoccupazione, ma data la sua gravidanza hanno deciso di trasferirla al Policlinico Agostino Gemelli di Roma.

Da un’ecografia hanno scoperto che uno dei bambini che aspettava è morto, così il giorno seguente l’hanno sottoposta ad un parto cesareo d’urgenza. L’altro bimbo è grave. Presenti per i rilievi di rito sul luogo del sinistro gli agenti della polizia locale di Velletri, che hanno svolto gli accertamenti. L’automobilista per ora è stato denunciato per lesioni stradali, mentre la Procura della Repubblica di Velletri sulla salma del bambino ha disposto l’autopsia. I risultati degli esami serviranno a chiarire se il decesso sia effettivamente una conseguenza dell’incidente.

FONTE: FANPAGE.IT