Altra notte da incubo per i tifosi dell’Ajax, aggrediti con catene e coltelli: 3 in ospedale

Altra notte da incubo per i tifosi dell’Ajax, aggrediti con catene e coltelli: 3 in ospedale

Indagini in corso da parte dei Carabinieri della compagnia Napoli Centro


NAPOLI – Altra notte da incubo quella vissuta dai tifosi dell’Ajax tra le vie di Napoli. Alcuni cittadini olandesi infatti, sono stati aggrediti da altri balordi e malviventi partenopei con l’ausilio di spranghe, catene e coltelli. La maggior parte dei tifosi dei lancieri è partita ieri sera dopo la partita alla volta di Amsterdam ma altri sono rimasti in città, magari anche per qualche giorno di vacanza. E che vacanza, un soggiorno gratis al Vecchio Pellegrini!

Verso le 00:30 i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Napoli sono intervenuti a via Agostino Depretis davanti al bar “Mavi Caffè” per segnalazione di un’aggressione. Da una prima ricostruzione sembra che alcuni tifosi dell’Ajax mentre erano all’esterno del bar sarebbero stati aggrediti con mazze e catene da un gruppo di ragazzi a bordo di scooter. Ad avere la peggio un 33enne olandese che veniva medicato sul posto dal personale del 118 per una lieve ferita alla nuca. L’uomo non è stato ricoverato. Indagini in corso da parte dei Carabinieri della compagnia Napoli Centro.

Dopo 15 minuti circa, i Carabinieri sono intervenuti nell’ospedale Vecchio Pellegrini. Poco prima due tifosi dell’Ajax – di 36 e 32 anni – si erano presentati feriti al pronto soccorso. Da una prima sommaria ricostruzione pare che i due, mentre stavano rientrando in un B&B di vico Santa Maria dell’Aiuto, sarebbero stati accerchiati da un gruppo di ragazzi a bordo di scooter che dopo averli aggrediti li ferivano anche con armi da taglio.

Prognosi del 36enne: ‘’ Contusioni per il corpo. Nr.2 ferite da punta e taglio faccia laterale coscia destra’’ dimesso con gg 7(sette);

Prognosi del 32enne: ‘’Contusione per il corpo. Ferita da punta e taglio faccia laterale coscia destra’’ dimesso con gg 7(sette).

Indagini in corso da parte dei Carabinieri della compagnia Napoli Centro.