Ancora sangue negli Usa: 15enne afroamericano colpito alla testa da un agente, scoppia il caos

Ancora sangue negli Usa: 15enne afroamericano colpito alla testa da un agente, scoppia il caos

La madre ha raccontato di essere stata ammanettata dalla polizia una volta arrivata sul luogo in cui il figlio giaceva


WASHINGTON, 11 OTT – Un ragazzino afroamericano è morto in ospedale qualche giorno dopo essere stato colpito alla testa da un agente fuori da un negozio in Mississippi. Lo riportano i media americani. Secondo un testimone il giovane è stato anche ammanettato quando giaceva a terra. Stando alla ricostruzione della polizia di Gulfport Jaheim McMillan è stato fermato assieme ad altri ragazzini armati che minacciavano i passanti. La famiglia del giovane ucciso sostiene che il ragazzo non avesse una pistola. La madre, Katrina Mateen, ha raccontato di essere stata ammanettata dalla polizia una volta arrivata sul luogo in cui il figlio giaceva.