Botte e umiliazioni ai genitori per i soldi: arrestato 36enne in Campania

Botte e umiliazioni ai genitori per i soldi: arrestato 36enne in Campania

L’uomo ha inseguito il padre e la madre fino alla caserma per evitare la denuncia ma qui è finito in manette


MACERATA CAMPANIA – Ha inseguito i genitori fino alla caserma dei carabinieri per impedire loro di denunciarlo e di far sapere a tutti delle sue continue minacce e vessazioni. Protagonista un 36enne di Recale (Caserta), che è stato arrestato dai carabinieri e condotto in carcere per il reato di maltrattamenti in famiglia.

L’uomo è stato arrestato nella caserma dell’Arma a Macerata Campania, dove si era recato per “bloccare” i genitori adottivi; questi, stanchi di anni di violenze, dopo l’ennesima aggressione avevano trovato il coraggio per andare dai carabinieri. In caserma il 36enne ha dato in escandescenza, minacciando i genitori e provando a scagliarsi contro di loro, senza riuscirvi ovviamente vista la presenza dei militari. E’ emerso che almeno dal 2010 l’uomo, pur di ottenere denaro, offendeva, picchiava e umiliava i genitori.

FOTO DI REPERTORIO