Campania, va al bar, non vuole pagare e dà calci e pugni a bancone e tavolini: arrestato

Campania, va al bar, non vuole pagare e dà calci e pugni a bancone e tavolini: arrestato

L’arrestato dovrà rispondere dei reati di rapina ai danni della titolare del bar, di violenza, minaccia, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto d’indicazioni sulla propria identità personale


CAPODRISE (CE) – L’episodio è accaduto nella giornata di ieri presso il bar Torre ubicato in via Retella di Capodrise dove un 32enne nigeriano ha sottratto delle bibite e, minacciando la titolare, si è rifiutato di pagarle.

Come riporta Edizione Caserta, ad allertare i militari dell’Arma è stata una telefonata pervenuta al numero di emergenza “112”.  Quando l’equipaggio del radiomobile è giunto sul posto l’uomo, che poco prima si era rifiutato di pagare delle bibite minacciando la titolare, stava colpendo con pugni e calci il bancone ed i tavolini del bar, provocando il panico tra gli avventori.

Lo stesso, in evidente stato di agitazione, al fine di sottrarsi al controllo, ha minacciato ed opposto energica resistenza nei confronti dei militari dell’Arma che, con non poche difficoltà, sono riusciti a immobilizzarlo e trarlo in arresto.

L’arrestato, che dovrà rispondere dei reati di rapina ai danni della titolare del bar, di violenza, minaccia, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto d’indicazioni sulla propria identità personale, è stato tradotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.