Choc in casa, uomo violenta la figlia minorenne dell’amico alle cene di famiglia

Choc in casa, uomo violenta la figlia minorenne dell’amico alle cene di famiglia

La giovanissima si è confidata con le amiche che l’hanno spinta a denunciare il tutto


VITERBO – Era l’amico fidato di famiglia eppure era il mostro che avevano in casa. Infatti l’uomo, durante le cene di famiglia, approfittava per violentare la figlia minorenne degli “amici”. E’ l’assurda storia che arriva da Viterbo.

I fatti, secondo quanto riferito da Tuscia Web, risalirebbero al 2018, ma solo adesso si è messa in moto la macchina giudiziaria. Era prevista per lo scorso 4 ottobre, infatti, l’udienza in tribunale, poi slittata al prossimo 15 novembre.

A denunciare quanto stava accadendo è la stessa vittima, una ragazza di 17 anni. La giovane si confidava con le amiche sulle chat, parlando di approcci da parte di un amico del padre ben poco amichevoli. Il fatto è poi venuto a galla quando la giovane ha deciso di parlare con i suoi insegnanti, che hanno riferito tutto alla dirigente scolastica. Da qui la segnalazione alla polizia e la denuncia.

Secondo la ricostruzione della ragazza, l’amico di suo padre approfittava dei momenti in cui le famiglie si riunivano per avvicinarsi a lei. All’epoca dei fatti la giovane aveva 17 anni, dunque era ancora minorenne, ma nulla lo aveva fermato. Anzi. Gli approcci si erano fatti sempre più espliciti, con baci sul collo e palpeggiamenti, anche nelle parti intime. “Non erano contatti casuali ma veri e propri palpeggiamenti”, confidava la minorenne alle amiche.