Choc nella capitale, studente 22enne derubato, pestato e stuprato in strada

Choc nella capitale, studente 22enne derubato, pestato e stuprato in strada

La vittima: “Uno di loro si è scagliato contro di me. Calci, pugni e infine la violenza sessuale”


ROMA – Una serata da incubo, di quelle che non dimenticherà per il resto della sua vita quella vissuta da un giovane di 22 anni, studente fuorisede a Roma. Il giovane, originario della Sardegna, nella notte tra sabato e domenica è stato derubato, picchiato e stuprato in strada da altri tre giovani.  I fatti si sono consumati nel quartiere San Lorenzo. Le indagini della Squadra Mobile proseguono, al vaglio le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona e le dichiarazioni del ragazzo sconvolto dall’accaduto.

Il ragazzo stava rientrando a casa dopo aver passato la serata in alcuni locali in zona San Giovanni  quando si sono avvicinati in tre. “Minacciandomi mi hanno rapinato: erano brutali e spietati”, comincia così la ricostruzione della vittima. “Prima mi hanno chiesto i soldi, poi mi hanno trascinato fino al bancomat, dove non sono riuscito a prelevare. A quel punto, uno di loro si è scagliato contro di me. Calci, pugni e infine la violenza sessuale”.

Lo studente fuorisede è stato minacciato, costretto a consegnare orologio e cellulare, è stato colpito in pieno volto. Al culmine della violenza uno dei tre aggressori lo avrebbe preso, trascinato in un luogo appartato e lo avrebbe violentato. Il 22enne, secondo quanto riporta Il Messaggero, sarebbe riuscito a trascinarsi verso via degli Etruschi, dove lo ha trovato un passante che ha avvisato le forze dell’ordine e i soccorsi del 118. All’ospedale Umberto I il ragazzo è stato curato, sottoposto agli accertamenti per i casi di stupro e infine dimesso. Prognosi di 30 giorni.

I poliziotti stanno ricostruendo la vicenda. “La vittima era evidente stato di choc, era sconvolto e i ricordi potrebbero essere alterati”, riferiscono gli agenti al quotidiano. Il ragazzo avrebbe infatti parlato di un gruppo di giovani stranieri. La Polizia sta procedendo con l’analisi delle immagini di video sorveglianza dello sportello di via Tiburtina e quelle della stazione Termini. Ascoltati anche i coinquilini del 22enne e i titolari di alcune attività su via Tiburtina. Al centro dell’attenzione anche i locali di San Giovanni dove lo studente aveva passato la serata: non è escluso che gli aggressori lo abbiano seguito da lì fino a San Lorenzo.