Choc nella capitale, zio orco abusa della nipotina ma la madre non lo denuncia

Choc nella capitale, zio orco abusa della nipotina ma la madre non lo denuncia

La donna: “Non volevo rovinare gli equilibri familiari”


ROMA – Orrore quanto accaduto a Roma e sul quale stanno indagando gli agenti del distretto di Polizia di Ponte Milvio. Un uomo avrebbe abusato sessualmente della nipotina di 13 anni palpeggiandola più volte nelle parti intime. Ancora più assurda però, la non reazione della madre che non avrebbe fatto nulla pur essendo a conoscenza delle violenze che subiva la piccola.

La ragazzina si è sfogata con la psicoterapeuta infantile. Le ha raccontato i momenti passati con lo zio, nell’estate del 2021. Prima di rivolgersi ad uno specialista però, la bambina aveva chiesto aiuto anche in famiglia, qui però non ha trovato aiuto e comprensione. In particolare la 13enne si era rivolta alla madre, sorella dell’orco la quale non ha fatto assolutamente nulla ma anzi, ha preferito proteggere il fratello anziché la propria figlia.

E poi zio mi toccava sempre le gambe“. L’ha raccontato con tutta l’angoscia che si portava dentro da oltre un anno. Ha trovato la forza di parlare durante una seduta di psicoterapia. La ragazzina si è sfogata con la psicoterapeuta infantile. Quando la psicologa ha raccolto lo sfogo della giovane invece, ha chiamato la polizia e ha denunciato tutto. Gli investigatori hanno recepito il suo racconto.

La specialista ha riferito le parole della paziente: “Lo zio mi ha toccata più volte sulle gambe, mi metteva le mani ovunque. Io non sapevo cosa fare”.

Gli agenti, secondo quanto riporta Repubblica, così hanno avviato le indagini. Hanno convocato la madre negli uffici e l’hanno ascoltata. La donna non ha negato. Anzi, ha confermato di essere a conoscenza della vicenda. Che aveva provato a tranquillizzare la ragazzina e che anche per questo la 13enne era stata indirizzata da una specialista affinché potesse avere il sostegno psicologico del quale aveva bisogno.