Giornata mondiale dei poveri, ad Aversa un giorno intero di incontri e riflessioni

Giornata mondiale dei poveri, ad Aversa un giorno intero di incontri e riflessioni

Schiavone: “I poveri chiedono aiuto, ma anche dignità e ascolto: pensiamo, oltre agli indigenti, ai profughi e agli sfollati che da mesi vivono il tremendo dramma del conflitto in Ucraina”


AVERSA – Un intenso programma di impegni con tanti spunti di riflessione quello disegnato dalla Caritas diocesana di Aversa per la settimana dal 7 al 13 novembre, che porterà alla Giornata Mondiale dei Poveri prevista domenica 13. “Il Messaggio del Santo Padre – commenta il direttore della Caritas regionale don Carmine Schiavone – è come sempre illuminante e anche quest’anno ci suggerisce tante tracce di approfondimento.

I poveri chiedono aiuto, ma anche dignità e ascolto: pensiamo, oltre agli indigenti, ai profughi e agli sfollati che da mesi vivono il tremendo dramma del conflitto in Ucraina – aggiunge Schiavone – come del resto non vanno dimenticati i tanti ‘impoveriti’ dalla piaga, purtroppo ancora viva, dell’emergenza pandemica”.

Nell’ideare le giornate di confronto che si terranno a partire da lunedì 7 novembre e che si dispiegheranno nel corso di tutta la settimana, la Caritas aversana ha anche voluto seguire il sentiero indicato dal secondo anno del percorso sinodale, inserendo gli appuntamenti nel solco dei tre Cantieri di Betania (strada e villaggio, ospitalità e casa, diaconie e formazione spirituale) che accompagneranno il cammino dell’intera comunità diocesana durante l’anno pastorale 2022-2023.

Anche quest’anno l’Osservatorio Povertà e Risorse della Caritas di Aversa, in sinergia con Eupolis (la Scuola di Formazione all’Impegno Sociale e Politico della Diocesi di Aversa), ha elaborato il Dossier 2022, intitolandolo “Ascòltàti: un quadro socio-economico del territorio diocesano”. Il volume verrà presentato mercoledì 9 presso l’Istituto Fratelli Maristi di Giugliano e vedrà l’intervento di Federica De Lauso, sociologa specializzata in metodologia e tecnica della ricerca sociale presso l’Ufficio Studi di Caritas Italiana.

Ansa