Giugliano, “bimbi in azione”: i più grandi puliscono la città, i piccini fanno il vino e l’olio

Giugliano, “bimbi in azione”: i più grandi puliscono la città, i piccini fanno il vino e l’olio

Gli alunni, tra uno scherzo e l’altro hanno pulito per bene tutti gli spazi verdi dando un segno di civiltà ed educazione civica anche ai più grandi


GIUGLIANO – Una bella iniziativa quella organizzata dalle scuole di Giugliano che hanno portato i propri allievi in viale dell’Acquario a pulire le aiuole circostanti. Gli alunni, tra uno scherzo e l’altro hanno pulito per bene tutti gli spazi verdi dando un segno di civiltà ed educazione civica anche ai più grandi. E mentre i più grandicelli erano alle prese con il verde pubblico, i più piccini del quinto circolo didattico, hanno organizzato la “Festa dell’Autunno”, e si sono divertiti a produrre vino, olio, fino ad arrivare all’imbottigliamento.
Presente anche l’assessore Tonia Limatola ed il Sindaco Nicola Pirozzi che si è detto molto soddisfatto per le attività svolte e che tante altre ne seguiranno nei mesi prossimi.

IL SINDACO

Una giornata iniziata al V circolo didattico di Giugliano per la festa dell’autunno, organizzata in collaborazione con la Coldiretti.
Davvero un’iniziativa di grand qualità, formativa per i nostri bambini che si sono divertiti a produrre vino, olio, fino ad arrivare all’imbottigliamento. Sono stati protagonisti di tutta la filiera produttiva. Ringrazio la Dirigente scolastica del V Circolo Didattico, Sabrina Zinno, per l’enorme lavoro che sta svolgendo insieme ai docenti sul Nostro territorio.
Poi tappa in piazza Dell’Acquario dove gli alunni del V circolo e gli studenti del liceo “Cartesio” hanno dedicato una giornata all’educazione ambientale, rimboccandosi le maniche per curare insieme a noi uno spazio della nostra città. Un esempio.
Infine, al Comune, e ci resterò, come tutti i giorni, fino a stasera, dedicando ogni energia ai tantissimi problemi di questa città.
Quello che inizia sarà l’anno più difficile perché dovremo fare i conti con le gare d’appalto e i tempi della burocrazia. Negli ultimi due anni di amministrazione, invece, passeremo per molte opere alla fase della realizzazione e con l’apertura dei primi cantieri la sfiducia, legittima, dei cittadini dovuta a 40 anni di promesse mancate, lascerà posto alla certezza che tanto è cambiato. E già domani arriverà su questo fronte la prima risposta concreta alla città.
So bene che mi toccheranno persino offese e critiche, spesso ingiuste. Ma con serietà aspetterò la fine di questa consiliatura per tracciare pubblicamente un bilancio complessivo e sarà allora che daró soddisfazione, atti e fatti alla mano, a chi ha creduto e crede in questo nuovo corso di governo: sicuramente 40 anni di inefficienza non si recuperano in 5 anni. Ma sarà tantissimo se in questi 5 anni otterremo risultati storici dimostrando di aver fatto di più rispetto a tutti i decenni precedenti, tra riqualificazione delle strade, realizzazione di fogne e di opere pubbliche. Sarà sempre poco ma almeno avremo la consapevolezza che Giugliano abbia finalmente intrapreso un percorso di buona amministrazione. E più si andrà avanti più toccheremo con mano e con gli occhi il cambiamento reale! Mi affido al tempo e a quanto sta producendo e produrrà il nostro impegno. E domani, ripeto, arriverà l’apertura del primo cantiere. Vi aggiornerò di buon mattino.