Giugliano, questione bullismo, Ass. Limatola: “Vogliamo una comunità educante presente ed efficace”

Giugliano, questione bullismo, Ass. Limatola: “Vogliamo una comunità educante presente ed efficace”

“Stiamo lavorando con le scuole, ma anche con le associazioni e le parrocchie. Siamo già pronti anche sulla sicurezza stradale, con due eventi già programmati”


GIUGLIANO IN CAMPANIA – Dopo i recenti episodi di violenza minorile accaduti a Giugliano, con una ragazzina di 11 anni picchiata in pieno centro da coetanei, l’Assessore all’Istruzione del Comune di Giugliano, Tonia Limatola, si è espressa sul delicato argomento del bullismo nella città a nord di Napoli.

“Da quando ci siamo insediati – dice l’Assessore – le scuole sono diventate antenne importanti del fenomeno sul territorio e sono tante le azioni che stiamo portando avanti. Innanzitutto, con l’Unicef e già il 7 novembre i nostri ragazzi saranno protagonisti della partenza del Treno dei diritti da Giugliano prima di attraversare una serie di altri comuni e approdare a Napoli il 2 dicembre. Sarà un’occasione preziosa per dialogare con i ragazzi e ascoltare la loro voce, fornire strumenti di contrasto al bullismo e di tutela a chi ne è vittima.

Siamo già pronti, poi, con un progetto sulla sicurezza stradale e il rispetto delle regole con due eventi già programmati a dicembre e gennaio. A breve, poi, la biblioteca diventerà la sede di seminari e attività sull’educazione civica e sulla cultura che diventeranno un’importante occasione per far crescere i nostri ragazzi in maniera sana e consapevole. Ricordo anche – conclude Limatola – che Giugliano è stato il primo comune dell’ambito 17 a siglare il protocollo contro la dispersione scolastica, patto che a breve porterà ad altre azioni contro il bullismo e il cyberbullismo”.

LEGGI ANCHE:

Giugliano, ragazzina di 11 anni picchiata da un gruppo di coetanee senza motivo: “Papà, non esco più”