Guerra di camorra tra Mugnano e Melito, uccisi con 15 colpi di pistola: arrestati dopo 10 anni gli assassini

Guerra di camorra tra Mugnano e Melito, uccisi con 15 colpi di pistola: arrestati dopo 10 anni gli assassini

A morire furono Abrunzo Ciro e Gaiola Franco


NAPOLI – Per delega del Procuratore Distrettuale f.f. si comunica che, oggi, la Squadra Mobile di Napoli ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, nei confronti di:

▪ RICCIO Mario cl. 91,
▪ RUSSO Francesco Paolo cl.90,
▪ BOTTINO Franco cl. 83,
▪ PALUMBO Sabato cl. 54.

in quanto ritenuti gravemente indiziati del duplice omicidio di ABRUNZO Ciro e GAIOLA Franco feriti mortalmente con l’esplosione di 15 colpi d’arma da fuoco, il 21 giugno 2012, a Napoli in corso Sirena. L’azione delittuosa sarebbe maturata nell’ambito della c.d. terza faida di camorra scaturita negli anni 2010 – 2012 per il controllo del traffico di sostanze stupefacenti a Scampia, Mugnano e Melito, che ha visto in contrapposizione i Di Lauro, gli Amato – Pagano e gli Abete – Abbinante – Notturno.

Le vittime ABRUNZO Ciro e GAIOLA Franco erano legati agli Abete – Abbinante – Notturno, mentre gli autori del duplice omicidio, destinatari della misura, affiliati alla fazione degli Amato – Pagano. Il provvedimento eseguito è una misura precautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

COMUNICATO STAMPA