Il deputato leghista Lorenzo Fontana eletto presidente della Camera: accolto con l’applauso dell’aula

Il deputato leghista Lorenzo Fontana eletto presidente della Camera: accolto con l’applauso dell’aula

Già ministro per la Famiglia e la disabilità nel primo governo Conte ed europedputato nel 2009, Lorenzo Fontana è iscritto alla Lega Veneta dal 2002 ed è diventato vicesegretario federale della Lega nel 2016


ITALIA – Il deputato leghista Lorenzo Fontana è stato eletto presidente della Camera per la XIX legislatura della Repubblica Italiana. È stato eletto alla quarta chiamata: era sufficiente la maggioranza assoluta di 201 voti per assicurargli lo scranno più alto della camera dei Deputati. Sul nome di Fontana c’è stata la convergenza dei voti del centrodestra che lo hanno preferito al precedente candidato Riccardo Molinari.

Già ministro per la Famiglia e la disabilità nel primo governo Conte ed europedputato nel 2009, Lorenzo Fontana è iscritto alla Lega Veneta dal 2002 ed è diventato vicesegretario federale della Lega nel 2016. Integralista religioso ed estremista cattolico, Fontana è noto per aver definito la Russia di Vladimir Putin un “modello identitario di società” e aver contestato le sanzioni contro Mosca al Parlamento europeo.