Il Napoli sempre più capolista della serie A, ora testa alla Champions

Il Napoli sempre più capolista della serie A, ora testa alla Champions

La prossima settimana ci aspettano altre due sfide entusiasmanti, iniziando da martedì 4 ottobre alle ore 21:00 allo stadio Johan Cruijff Arena di Amsterdam contro l’Ajax, per la terza partita di Champions League


NAPOLI – Si torna in campo dopo la sosta ed è il Napoli che apre questa ottava giornata di Campionato, battendo il Torino al Maradona per 3-1.
Succede tutto nel primo tempo: in meno di 15 minuti il Napoli va in vantaggio con una grande doppietta di Anguissa, prima con un Gol di testa su assist perfetto di Mario Rui, poi con un bel passaggio di Politano che lo trova nello spazio, e dopo 50 metri palla al piede, il Camerunese batte Milinkovic-Savic sul primo palo. Il terzo Gol Azzurro arriva poi al 37° con un’azione cominciata con il lancio nello spazio di Zielinski e che termina con la ripartenza e conclusione di Kvaratskhelia, che bacia il palo ed insacca. Poi il Torino, a 2 minuti dalla fine del primo tempo, accorcia le distanze con un Gol di Sanabria.
Nella ripresa, gli uomini di Juric provano ad entrare in partita cercando di rubare palla agli avversari e sviluppando molto possesso nella metà campo Azzurra, ma sono pericolosi solo all’84° con un tiro da fuori area di Radonjic che Meret prontamente e con una bella parata manda in angolo. Nel finale poi è il Napoli a gestire con tranquillità il risultato, portando poi a casa la sua sesta Vittoria consecutiva tra Campionato e Champions, e consolidando il primo posto in Classifica.
Dunque gli Azzurri superano l’insidia sosta, segnando a raffica anche senza Osimhen, diversamente dagli anni scorsi in cui invece facevano grande fatica, e raggiungendo in sole 8 partite di Campionato un bottino di 18 Gol realizzati e solo 6 subiti. Un Napoli cinico che continua sull’onda della determinazione, rubando spesso palla gli avversari, creando diverse occasioni con giocate individuali, finalizzando con precisione e giocando con passaggi corti. Ottimo Anguissa, devastante e con strapotere fisico che diventa il primo giocatore del Napoli ad aver segnato una doppietta nei primi 15 minuti di una partita di serie A dai tempi di Fonseca (16 gennaio 1994 contro la Cremonese) ed è anche il 10° marcatore diverso in Campionato per gli Azzurri, più di tutte le altre squadre. Bellissimo anche l’assist di Mario Rui che ripete l’ottima prestazione di San Siro ed è lui a far sbloccare il Match con un cross tarato al giro per forza e precisione. Il devastante Kvaratskhelia che in 10 partite realizza 5 Gol e 3 Assist ed è il 2° giocatore più giovane del Napoli ad aver segnato almeno cinque reti in una singola stagione di serie A negli ultimi 40 anni, dopo Marek Hamsik. Il georgiano ormai non è più una novità. Ma il perno del Napoli che muove i fili a centrocampo si chiama Lobotka, che riesce a cambiare il ritmo dell’azione pur mantenendo il pallone tra i piedi, ormai una certezza per Spalletti. E poi Meret che anche questa volta ci fa tirare un sospiro di sollievo grazie ad un’altra grande parata. Sempre preciso e attento il giovane friulano che tra l’altro finalmente ha trovato l’accordo con il Napoli per il rinnovo del contratto, che durerà fino al 2024 con opzione per un altro anno.
Quindi, questo Napoli ormai vola e va sempre più su ed è sempre più Capolista solitario della serie A con 20 punti, aspettando la partita dell’Atalanta.
La prossima settimana ci aspettano altre due sfide entusiasmanti, iniziando da martedì 4 ottobre alle ore 21:00 allo stadio Johan Cruijff Arena di Amsterdam contro l’Ajax, per la terza partita di Champions League. Il Napoli è primo nel Girone A con il punteggio pieno di 6 punti e con 3 punti di vantaggio sull’Ajax ed ha la possibilità di staccare nettamente le sue avversarie. Non sarà una partita facile contro una società blasonata come quella olandese che milita nell’Eredivisie, massimo Campionato Nazionale. L’Ajax è la squadra più titolata dei Paesi Bassi, con 36 Campionati vinti, 20 Coppe nazionali e 9 Supercoppe, ed è la squadra Olandese più decorata in ambito internazionale ed una tra le più vittoriose al Mondo, infatti ha vinto tantissimi Trofei Europei nella sua storia. Però, se attualmente nei suoi confini continua a vincere Coppe e Campionati (l’ultima stagione ha vinto il suo 36°Campionato), in Europa invece non vince da 20 anni, infatti l’anno scorso è stato eliminato agli ottavi di finale di Champions League. Tuttavia l’Ajax è una squadra molto tosta e Spalletti dovrà trovare le giuste misure per affrontarla, tra l’altro ancora una volta senza Osimhen che dovrebbe rientrare per la partita successiva contro la Cremonese allo Stadio Giovanni Zini di Cremona, domenica 9 Ottobre alle ore 18:00, per la nona giornata di Campionato. Sfida non semplice per gli Azzurri, contro una squadra grintosa che gioca a viso aperto.
Ad ogni modo, il Napoli visto finora fa ben sperare per entrambi i Match, l’importante è continuare sulla strada del cinismo e della determinazione, con la cosiddetta “cazzimma napoletana” che sembra contraddistinguere questa squadra, mettendo in campo tutto il massimo del potenziale che possiede.
Ci aspettiamo quindi due grandi partite, per continuare a sognare.
#ForzaNapoliSempre