Mario, barista 35enne, ucciso a coltellate nel suo locale: si sarebbe rifiutato di versare da bere

Mario, barista 35enne, ucciso a coltellate nel suo locale: si sarebbe rifiutato di versare da bere

I carabinieri che indagano sul caso hanno fermato un ragazzo di 20 anni, presunto omicida


MATERA –  Omicidio a Grassano, in provincia di Matera. Nella tarda serata di ieri, domenica 2 ottobre, un barista di 35 anni, Mario Marchetta, è stato ucciso a coltellate mentre era al lavoro nel suo locale, il “Kilò”, in via Meridionale.

I carabinieri che indagano sul caso hanno fermato un ragazzo di 20 anni.

Secondo le primissime informazioni a disposizione, il giovane sarebbe stato colpito da una serie di coltellate, di cui due all’addome, risultate poi fatali. Dopo l’attacco, è stato trasferito all’ospedale di Tricarico, ma è deceduto durante il tragitto.

Secondo gli investigatori, Mario, che era tornato in Basilicata da circa un anno dopo essere stato all’estero, sarebbe stato ucciso dopo essere rifiutato di dare da bere al suo aggressore. Ma al momento è solo una delle ipotesi su cui si sta lavorando.

Dopo il rifiuto – secondo quanto ricostruito – intorno alla mezzanotte, il giovane sarebbe tornato nel bar e avrebbe colpito Marchetta con un coltello da cucina. Poco dopo, il 20enne, accompagnato da un avvocato, si è costituito alla Caserma dei Carabinieri dove è stato ascoltato ed poi è stato trasferito nel carcere di Matera.

Il sindaco Filippo Luberto ha proclamato il lutto cittadino per il giorno del funerale, mentre tutta la comunità locale del pese di poco più di cinquemila anime è sotto choc per quanto successo. Il primo cittadino ha espresso la sua “vicinanza ad entrambe le famiglie, per un evento che ha colpito tutta la nostra comunità”.

FONTE: FANPAGE.IT