Milano, cane lanciato sui binari della metro dal suo padrone

Milano, cane lanciato sui binari della metro dal suo padrone

L’uomo è stato poi indagato per interruzione di pubblico servizio, considerando che la linea è rimasta ferma per 40 minuti, e maltrattamento di animali


MILANO – Solo l’intervento della Polizia ha salvato un cagnolino che pochi istanti prima era stato scaraventato sui binari dal suo padrone. I fatti si sono consumati nel pomeriggio di ieri al capolinea Bisceglie della metropolitana rossa. L’uomo, un 34enne peruviano senza fissa dimora. L’animale è stato salvato da polizia e dipendenti Atm e poi adottato da un operatore della Security dell’azienda dei trasporti.

Il suo ex proprietario era stato segnalato come “persona molesta” dopo una lite avvenuta sulla banchina per motivi legati alla mascherina (non è chiaro esattamente cosa lo abbia innervosito), fatto sta che l’uomo ha dato in escandescenze rendendo necessario l’intervento della Security Atm. Talmente agitato che gli operatori hanno chiamato anche la polizia, intervenuta alla stazione Bisceglie con le Volanti.

All’improvviso, il trentaquattrenne ha sollevato il suo cagnolino e l’ha lanciato sui binari. Immediata la sospensione della circolazione per recuperare la bestiola, che è stata salvata dalla polizia e dal personale Atm. Il peruviano è stato poi indagato per interruzione di pubblico servizio, considerando che la linea è rimasta ferma per 40 minuti, e maltrattamento di animali. Per Lucky invece la fortuna sorride: è stato adottato da un addetto della Security Atm.