Morto in casa a 2 anni, confermato il sospetto: nel sangue tracce di cocaina, eroina e hashish

Morto in casa a 2 anni, confermato il sospetto: nel sangue tracce di cocaina, eroina e hashish

Il papà a cui era affidato il piccolo nel giorno della tragedia risulta al momento unico indagato per il reato di omicidio colposo


BELLUNO – Tragedia nella tragedia a Belluno dove Nicolò Feltrin, piccolo di soli 2 anni è morto in seguito ad una overdose di droga che lo ha colpito mentre era nell’abitazione di famiglia a Codissago di Longarone, in provincia di Belluno. Gli esami tossicologici seguiti all’autopsia sul corpicino del bimbo di due anni hanno confermato il terribile sospetto avanzato fin dalle ore successive alla sua morte all’ospedale di Pieve di Cadore, dove era stato portato a seguito di un improvviso malore alla fine del luglio scorso.

Il piccolo è deceduto per overdose da hashish ma nel suo sangue sono state trovate tracce anche di altre sostanze stupefacenti come eroina e cocaina. L’autopsia eseguita dall’anatomopatologo Antonello Cirnelli, incaricato dalla Procura veneta di stabilire l’esatta causa di morte, aveva stabilito che il decesso del piccolo era dovuto a una intossicazione da sostanze, ora la conferma arriva dai risultati degli esami tossicologici.

Il papà a cui era affidato il piccolo nel giorno della tragedia risulta al momento unico indagato per il reato di omicidio colposo. Contro Diego Feltrin per ora però non sono stati disposti provvedimenti cautelari di alcun tipo.