Napoli, sorpresi con arnesi atti allo scasso: due finiscono nei guai a Secondigliano

Napoli, sorpresi con arnesi atti allo scasso: due finiscono nei guai a Secondigliano

Si tratta di un 41enne napoletano con precedenti di polizia e una 31enne napoletana


NAPOLI – Ieri mattina gli agenti del Commissariato Secondigliano, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Francesco de Pinedo hanno effettuato un controllo ad un’autovettura con a bordo due persone il cui conducente, alla loro vista, ha invertito la marcia tentando di eludere il controllo.

I poliziotti hanno quindi controllato il veicolo al cui interno hanno rinvenuto una chiave a brugola a “T” e una chiave di un’altra auto di cui il conducente non ha saputo giustificare la provenienza.

L’uomo, un 46enne napoletano con precedenti di polizia, è stato denunciato per  possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli.

Ancora, stanotte gli operatori, nel transitare in corso Secondigliano, hanno notato un uomo e una donna armeggiare con un crick idraulico su di una vettura parcheggiata a bordo strada; i due, alla vista della volante, si sono dati alla fuga.

La donna è riuscita a fuggire mentre l’uomo è salito a bordo di un’autovettura condotta da un’altra donna e ne è nato un breve inseguimento terminato in via Padre Cosimo Maria Luciano, dove l’auto è stata fermata; subito dopo,

l’uomo è sceso dal mezzo nel tentativo di fuggire a piedi ma è stato raggiunto e bloccato.

Gli operatori hanno rinvenuto nell’auto una torcia ricaricabile e 6 lame per seghetto a gattuccio; inoltre, hanno recuperato il crick utilizzato poco prima sulla macchina in sosta.

I due, un 41enne napoletano con precedenti di polizia e una 31enne napoletana, sono stati denunciati per tentato furto aggravato, possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli e resistenza a Pubblico Ufficiale.