Pane cotto con scarti di vernice, chiuso noto panificio nel napoletano

Pane cotto con scarti di vernice, chiuso noto panificio nel napoletano

Distrutti circa 50 chili di pane, in parte appena sfornato ed in parte ancora in fase di cottura


MARIGLIANO – A seguito di controlli volti alla corretta tracciabilità degli alimenti, a Marigliano è stato chiuso un noto panificio: accertato che il forno utilizzato per la cottura del pane era alimentato da scarti legnosi di falegnameria e da pezzi di vernice.

I militari, durante controlli mirati, hanno perquisito un noto panificio. A insospettirli la presenza di rifiuti legnosi nei pressi del locale. Gli uomini della Forestale hanno accertato che il forno utilizzato per la cottura del pane era alimentato da scarti legnosi di falegnameria e da pezzi di vernice.

A seguito di quanto emerso, sul posto sono stati fatti intervenire gli ispettori dell’Asl Na3 Sud di Marigliano per un controllo accurato sull’igiene. Per la titolare è scattata la denuncia per combustione illecita di rifiuti e per gli alimenti detenuti in cattivo stato di detenzione.

Infine, sequestrato il forno ed oltre un quintale di scarti legnosi. Distrutti circa 50 chili di pane, in parte appena sfornato ed in parte ancora in fase di cottura. Elevate sanzioni amministrative per un importo di 2.500 euro per la mancanza di tracciabilità di circa 40 kg di prodotti da forno. L’Asl ha imposto la chiusura del locale per le carenze igienico sanitarie.

COMUNICATO STAMPA