Prof. ucciso a Melito, le parole del cugino di Marcello Toscano: “Una borsa di studio per ricordarlo”

Prof. ucciso a Melito, le parole del cugino di Marcello Toscano: “Una borsa di studio per ricordarlo”

La famiglia dell’insegnante ha intenzione di chiedere l’istituzione di una borsa di studio dedicata al tema della violenza e del bullismo


MELITO – La famiglia di Marcello Toscano, il docente di sostegno di 64 anni della scuola media statale “Marino Guarano” di Melito di Napoli, accoltellato e trovato senza vita la sera dello scorso 27 settembre dietro una siepe che si trova all’interno del perimetro dell’istituto dove insegnava, ha intenzione di chiedere l’istituzione di una borsa di studio alla memoria del professore dedicata al tema della violenza e del bullismo.

“La borsa di studio, per gli alunni della scuola media Marino Guarano, – fa sapere Marcello Curzio, cugino della vittima – ovviamente, deve prima essere concordata con l’ufficio scolastico regionale, con la dirigente e con i colleghi della Guarano, i comuni di Melito e Mugnano e le parrocchie della zona”.