Rubano bici e inseguono il proprietario fino alla caserma per evitare la denuncia: arrestati

Rubano bici e inseguono il proprietario fino alla caserma per evitare la denuncia: arrestati

I due sono anche entrati per spiegare ai Carabinieri che loro erano innocenti


POZZUOLI – Rapinano un giovane della bici e poi lo seguono fino all’interno della caserma dei Carabinieri. 2 arresti a “domicilio”. Lo hanno accerchiato e poi minacciato. Volevano la sua bici elettrica e per la vittima nessuna scelta.
Giuseppe Matino e Antonio Tammaro, 32 anni il primo, 26 il secondo, si sono allontanati con la bici ma non sono fuggiti. Hanno seguito la vittima, decisa a presentare immediatamente denuncia.

L’hanno fatto fino alla stazione dei Carabinieri di Pozzuoli, probabilmente per persuaderlo o intimidirlo. Non si sono limitati a questo. L‘hanno seguito fino all’interno, provando anche a spiegare ai militari di non essere coinvolti nella rapina.

Per i Carabinieri è stato facile. Le manette sono scattate immediatamente. Entrambi sono stati ristretti ai domiciliari, in attesa di giudizio e la bici è tornata nelle mani del legittimo proprietario.

COMUNICATO STAMPA