Sanità, altro raid vandalico nel napoletano: distrutta accettazione di una clinica

Sanità, altro raid vandalico nel napoletano: distrutta accettazione di una clinica

Il vicepresidente dell’ordine dei medici di Napoli, il Dott. Silvestro Scotti: “Napoli, per il personale sanitario , è come Raqqa”


ACERRA – Ennesimo “weekend di passione” per gli operatori sanitari campani. Dopo una violenta aggressione all’ospedale del Mare di Ponticelli, a Napoli, presso la clinica Villa dei Fiori ad Acerra, in provincia, l’accettazione distrutta da alcuni utenti, forse “innervositi” dal dover attendere il proprio turno. Il personale sanitario è espasperato da questa situazione che va avanti da troppo tempo. Il vicepresidente dell’ordine dei medici di Napoli, il Dott. Silvestro Scotti, ebbe a dire, in merito a questa situazione: “Napoli, per il personale sanitario , è come Raqqa”. Gli fa eco il Dott. Manuel Ruggiero, Presidente NTI (associazione Nessuno Tocchi Ippocrate):  “Non tolleriamo più di lavorare in trincea!”