Senza alcun motivo pesta a sangue e sfregia una donna: arrestato un 20enne

Senza alcun motivo pesta a sangue e sfregia una donna: arrestato un 20enne

Il criminale ora rischia tra gli 8 ed i 14 anni di carcere


UDINE – Follia a Udine dove un criminale di soli 20 anni, senza alcun motivo, ha sfregiato il volto di una donna. I due non si conoscevano, avevano solo parlato tramite chat per prendere un appuntamento a casa di lei per consumare un rapporto sessuale e qui il farabutto, armato di una bottiglia di vetro, ha commesso il reato.

Secondo la ricostruzione dei fatti il giovane avrebbe aggredito la donna senza alcuna ragione colpendola più volte al volto con una bottiglia con il chiaro e fermo intento di sfigurarla, di causarle danni permanenti, irreparabili. Un piano studiato, preparato e voluto, deciso in base a chissà quale ragione di odio: risposto all’annuncio pubblicato su un giornale e fissato l’appuntamento, il giovane è uscito di casa portando con sé, nascosta sotto gli abiti, una bottiglia.

Intorno all’una della notte scorsa ha suonato all’appartamento nel centro di Udine, come convenuto, lei le ha aperto, inconsapevole di aprire a un aggressore folle e non a uno dei tanti clienti. Il giovane è entrato, probabilmente c’è stato uno scambio di battute per rompere il ghiaccio, poi lui, come aveva premeditato di fare, ha estratto la bottiglia e con quella ha causato tagli profondi al volto. Poi è fuggito, ma non ha fatto molta strada.

La vittima, secondo quanto riporta Repubblica, ha urlato disperatamente e qualcuno è accorso, forse un operatore ecologico, insieme con qualcun altro, che ha dato l’allarme chiamando i soccorsi e la polizia. Proprio gli agenti delle Volanti della Questura di Udine, lo hanno rintracciato, era a casa del padre, dove si era rifugiato; quest’ultimo sarebbe stato all’ oscuro della tragedia che aveva preceduto l’arrivo del figlio.

A carico dell’aggressore sono state contestate anche le aggravanti della premeditazione e dell’utilizzo della bottiglia. Il Gip ha già convalidato l’arresto e disposto la misura della custodia cautelare in carcere; rischia una condanna dagli 8 ai 14 anni di reclusione.

FOTO DI REPERTORIO