Tangente per favorire una ditta: condannato ex dirigente comunale nel napoletano

Tangente per favorire una ditta: condannato ex dirigente comunale nel napoletano

Le vicende in cui fu coinvolto portarono al doppio scioglimento del consiglio comunale, prima per le dimissioni della maggioranza dei consiglieri e poi per infiltrazioni camorristiche


TORRE ANNUNZIATA –  Condannato a sei anni di reclusione perché ritenuto colpevole di avere intascato una tangente per favorire una ditta che avrebbe eseguito lavori presso un asilo nido.

È la sentenza di primo grado emessa oggi dal tribunale di Torre Annunziata nei confronti dell’ex dirigente dell’ufficio Tecnico del Comune vesuviano, Nunzio Ariano, coinvolto in più vicende di presunte corruzioni che hanno riguardato anche amministratori pubblici di Torre Annunziata, fino a portare al doppio scioglimento del consiglio comunale, prima per le dimissioni della maggioranza dei consiglieri e poi per infiltrazioni camorristiche.

In particolare, la vicenda che ha portato alla condanna di primo grado con rito abbreviato nei confronti di Ariano, segue un’altra sentenza pari a sei anni di carcere decretata dai giudici del tribunale oplontino per un altro episodio legato a lavori in un’altra scuola, all’epoca dei fatti necessari per rispondere alle esigenze legate all’emergenza pandemica.