Campagne Google Ads: perchè aiutano gli inserzionisti ad ottenere grandi risultati

Campagne Google Ads: perchè aiutano gli inserzionisti ad ottenere grandi risultati

I vantaggi delle campagne Performance Max


Le campagne di pubblicità su Google (Google Ads, cioè Advertising), hanno letteralmente sostituito ogni altra forma di pubblicità offline e sul web, perché risultano molto efficaci, e catturano gli utenti proprio nel luogo dove chi è interessato va da solo: la Serp (Search Engine Research Page) dei motori di ricerca, e in particolare di Google. Ma come funziona questa tecnica pubblicitaria? Comprendiamola insieme tramite questo articolo.

Tra le campagne più utilizzate e più smart, per fare marketing sul web, ci sono le campagne Performance Max di Google, che capitalizzano le ricerche per parole chiave, creando conversioni estremamente mirate. Come funzionano?

Cosa significa Campagna Performance Max?

Si tratta di una campagna di paid advertising, promossa dal motore di ricerca Google, che si basa su obiettivi e comprende più prodotti Google oltre alla rete di ricerca:

  • Rete Display,
  • Discovery,
  • Maps, Gmail,
  • Youtube.

In questo modo, il visitatore di Google può interagire in diverse fasi del suo percorso di acquisto, e anche l’inserzionista viene sgravato da diversi compiti, perché se ne occupa l’intelligenza artificiale di Google. Lo stesso annuncio viene caricato in versioni diverse, a seconda del canale di destinazione (video, testi, immagini): il resto lo fa Google, combinando questi dati per una strategia più efficace.

Vantaggi e svantaggi delle campagne Performance Max

Il potente machine learning di Google permette quindi di aumentare lead e conversioni ottimizzando il budget impiegato, intercettando l’utente in vari punti del customer journey e aumentando il ritorno di investimento. L’inserzionista ha inoltre molte informazioni su come cambiano le ricerche nel tempo, in modo che possa adattare la pubblicità a questi cambiamenti di tendenza e ottimizzare quindi la campagna. L’unica cosa che viene richiesta all’inserzionista è la creatività. Purtroppo non è ancora possibile monitorare su quale spazio la campagna stia andando meglio (Discover, Youtube…) ma è probabile che le statistiche verranno ottimizzate in futuro.

4 consigli per chi fa pubblicità su Google

Ecco alcuni consigli da non dimenticare, se si desidera una campagna efficace:

  • essere molto creativi,
  • inserire varie versioni di testo,
  • inserire più immagini,
  • non avere fretta e aspettare almeno sei settimane prima di tirare le somme.

Non ci sono altri consigli: è il momento di provare e vedere se i risultati sono così promettenti come Google sembra promettere!