Choc in Campania, abusa sessualmente di una bimba di 8 anni: arriva la condanna

Choc in Campania, abusa sessualmente di una bimba di 8 anni: arriva la condanna

La piccola era la sorellina della fidanzata


BENEVENTO – E’ stato condannato a 7 anni e sei mesi ed al pagamento di 5mila euro un 39enne della valle Telesina reo di aver abusato sessualmente della sorellina della fidanzata. la piccola aveva solo 8 anni. Il pm Flavia Felaco aveva proposto la pena di 9 anni, l’avvocato Olimpia Rubino, per la parte civile, aveva insistito per la dichiarazione di responsabilità dell’imputato, per il quale l’avvocato Cecilia Del Grosso aveva sollecitato l’assoluzione perchè il fatto non sussiste e, in subordine, per la vecchia insufficienza di prove.

I fatti risalgono al 2008, all’epoca l’uomo aveva una relazione sentimentale con la sorella della piccola: secondo gli inquirenti, sarebbe entrato nella camera della bambina e si sarebbe sdraiato sul letto, accanto a lei. Poi, secondo quanto riporta il sito Ottopagine, dopo averla minacciata di gravi conseguenze, di fare della male alla sorella se non fosse rimasta in silenzio, avrebbe iniziato a palpeggiarle le parti intime. Infine, si sarebbe messo sopra di lei e, dopo averle preso una mano, si sarebbe fatto toccare.

In un’altra occasione, stavolta durante le vacanze estive a Vasto, con la scusa di voler dare lezioni di nuoto alla minore, con una mano l’avrebbe tenuta a galla, mentre con l’altra le avrebbe spostato il costume e ne avrebbe ripetutamente palpato i genitali.

L’inchiesta era stata avviata dopo la querela presentata nel 2013 dalla madre ai carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita. Da qui una attività investigativa conclusa con la proposta avanzata dal Pm, ed accolta dal gup Loredana Camerlengo nel giugno 2018, di spedire a processo l’allora 35enne. Oggi la discussione e la condanna.