Due anni fa moriva Gigi Proietti, indimenticabile attore e trasformista

Due anni fa moriva Gigi Proietti, indimenticabile attore e trasformista

Fu stroncato da un arresto cardiaco nel giorno del suo ottantesimo compleanno


Il 2 novembre 2020, nel giorno del suo ottantesimo compleanno, moriva Gigi Proietti, stroncato da un arresto cardiaco. L’attore teatrale soffriva di una grave cardiopatia a causa della quale era ricoverato nella clinica romana “Villa Margherita”.

Luigi Proietti, nato nella periferia romana da padre impiegato e mamma casalinga, aveva probabilmente ereditato la vena artistica dal nonno materno che, pur facendo il pecoraio, era un poeta. Per mantenersi agli studi di Giurisprudenza, Proietti cantava nei night con un gruppetto di amici. Fu durante un’esibizione nelle piscine del Foro Italico che conobbe Sagitta Alter, la compagna di vita e madre delle sue due figlie, Susanna e Carlotta. Alter, svedese, lavorava come hostess accompagnando i turisti in giro per monumenti e la sera li portava lì a prendere il fresco e a sentire musica. Tra loro scattò la scintilla, ballando l’Hully Gully.

Celebre per le sue doti di affabulatore e trasformista, l’attore romano è considerato uno dei massimi esponenti della storia del teatro italiano. Il successo arrivò da giovane già a partire dagli anni Sessanta, prima con il teatro e poi con la televisione.Tra gli anni settanta e gli anni ottanta fu inoltre protagonista di svariati spettacoli di successo come “Sabato sera dalle nove alle dieci”, “Fatti e fattacci” e “Io a modo mio”.

A partire dagli anni Novanta, parallelamente al successo ottenuto in teatro, è stato protagonista di svariate serie televisive di successo, prima fra tutte la serie Rai “Il maresciallo Rocca” e “Una pallottola nel cuore”.