Emergenza rifiuti a Marano, la denuncia di un giovane cittadino: “Qui è diventato invivibile”

Emergenza rifiuti a Marano, la denuncia di un giovane cittadino: “Qui è diventato invivibile”

“Ho 20 anni ed ho sinceramente paura a vivere qui”


MARANO – Nel comune di Marano di Napoli, dove la triade di commissari prefettizi dovrà amministrare la città per almeno altri 5 mesi dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche, le problematiche continuano ad aumentare. Ora è anche emergenza rifiuti, come segnalato diversi cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

La segnalazione

“Siamo lasciati veramente a noi stessi, con il comune sciolto per camorra già da circa un anno e i commissari che stanno a guidare una città che è sempre più degradata. Ho 20 anni e ho sinceramente paura a vivere qui, con una puzza nauseante 24h su 24.”- è ciò racconta un giovane maranese rivoltosi a Borrelli.

Le parole del consigliere

“Dopo la segnalazione di cittadini ci siamo messi in comunicazione i commissari i quali ci hanno riferito che il problema dei rifiuti è dovuto al fatto che le ditta che si occupa della raccolta rifiuti e della nettezza urbana sia stata colpita da un’interdittiva antimafia e che ci siano dei procedimenti giudiziari in atto per la scomparsa di 8 autocompattatori.”- dichiara il consigliere regionale -“Ho chiesto di trovare una soluzione rapida e concreta perchè i rifiuti invadono le strade e la situazione è divenuta insostenibile.”