Esplosione in casa durante la festa di Halloween: è morto uno dei 20enni feriti. Gravissimi altri quattro

Esplosione in casa durante la festa di Halloween: è morto uno dei 20enni feriti. Gravissimi altri quattro

Stamani nel Centro grandi ustionati di Genova


IMPERIA – E’ morto verso le 4 di stamani al centro grandi ustionati dell’ospedale genovese di Villa Scassi, a Sampierdarena, uno dei sei ragazzi coinvolti nell’esplosione avvenuta, il 31 ottobre scorso, in un appartamento di Molini di Triora, in alta Valle Argentina (Imperia). Si tratta di Leonardo Franza, 20 anni, il più grave, con ustioni sul 60% del corpo.

Gli altri ricoverati nello stesso istituto sono in prognosi riservata. All’origine della tragedia c’è una fuga di gas. La Procura di Imperia ha aperto un fascicolo per disastro colposo. “È con grande tristezza che ho avuto poco fa conferma della scomparsa di Leonardo. La morte di un ragazzo così giovane lascia un senso di ingiustizia e rabbia che non trova pace. La vicinanza dell’intera comunità di Riva Ligure va ai genitori, ai parenti, agli amici e a tutti i conoscenti che lo stanno piangendo in questo ferale momento”. Lo ha detto Giorgio Giuffra, il sindaco di Riva Ligure, la città in cui abitava Leonardo Franza, 20 anni, il ragazzo morto in seguito alle ustioni riportate nell’esplosione avvenuta il 31 ottobre in un appartamento di Molini di Triora, dove si apprestava a festeggiare la notte di Halloween assieme ad altri cinque amici. Franza era ricoverato al centro grandi ustionati dell’ospedale genovese di Villa scassi, a Sampierdarena, dove sono ricoverati anche Marta Emanuelli, Sabrina Venturini, Tommaso Cosentino e Fabiola Mannella. E’ invece ricoverato in chirurgia plastica al Santa Corona Stefano Cassini, uscito di recente dalla rianimazione precauzionale dell’ospedale di Sanremo e considerato fuori pericolo.

Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti ha espresso a nome suo e di tutta la Giunta regionale “profondo cordoglio per la scomparsa di uno dei cinque giovani ricoverati presso il Centro Grandi Ustionati dell’ospedale Villa Scassi a seguito dell’esplosione avvenuta in un appartamento a Molini di Triora. Abbiamo appreso con dolore che uno dei ragazzi non ce l’ha fatta, nonostante l’abnegazione dei medici e di tutto il personale sanitario – ha detto Toti – Alla famiglia della vittima le nostre più sentite condoglianze”.