Follia in Campania: uccide la madre a colpi di pistola e poi si toglie la vita

Follia in Campania: uccide la madre a colpi di pistola e poi si toglie la vita

Un parente, corso nell’abitazione dopo aver udito lo sparo, ha trovato in casa i due corpi immersi in un lago di sangue


VAIRANO PATENORA (CE) – Omicidio-suicidio a Vairano Patenora, in provincia di Caserta.  In preda alla disperazione, un uomo ha ucciso la madre e poi si è tolto la vita. I due cadaveri sono stati trovati l’uno accanto all’altro.

Come riporta ilmattino.it, successo tutto alle ore 6 e 30 del mattino. La madre, una donna gravemente malata di 84 anni, era nel letto; lui, il figlio, originario di Vairano ma residente a Torino non tollerava che la mamma malata terminale di cancro soffrisse tanto. Da giorni era stata sottoposta a iniezioni di morfina e sarebbe morta a breve. Lui si sarebbe avvicinato tenendo la pistola in pugno, avrebbe appoggiato l’arma al petto della donna per poi esplodere il colpo mortale. Subito dopo, mentre Florinda Cappelli moriva, il figlio, Antonio Di Muccio, ha rivolto l’arma contro se stesso esplodendo un colpo all’altezza della tempia. Un parente corso nell’abitazione avendo udito lo sparo ha trovato in casa i due corpi immersi in un lago di sangue.