Incontro “Oltre la Terra dei Fuochi” ad Aversa, il Vescovo: “C’è bisogno di un’attenzione alla persona umana”

Incontro “Oltre la Terra dei Fuochi” ad Aversa, il Vescovo: “C’è bisogno di un’attenzione alla persona umana”

“Un’attenzione che sia lievito alla formazione dei cittadini”, ha detto il Vescovo Spinillo


AVERSA – Si è tenuto ieri sera presso il Salone del Centro Caritas  “Madre Teresa di Calcutta” di Aversa l’incontro “Oltre la Terra dei Fuochi”, voluto da sua eccellenza Angelo Spinillo dove sono stati convocati tutti i sindaci e i comitati di cittadini componenti la consulta Interistituzionale. All’incontro hanno partecipato: il sindaco di Melito Luciano Mottola, il sindaco di Calvizzano Giacomo Pirozzi, il sindaco di Qualiano Raffaele De Leonardis, il vice sindaco di Giugliano e assessore all’ambiente Anna Savarese, il sindaco di Aversa Alfonso Golia, il sindaco di Afragola Claudio Grillo e il vice sindaco di Orta di Atella Vincenzo Tosti.

Incontro voluto per poter trovare risposte urgenti ed efficaci ai disagi che la situazione ambientale ancora causa all’intera cittadinanza di questo territorio. Una “sorta” di sollecitazione per la ripresa del cammino di collaborazione avviato già nei mesi scorsi. L’Argomento principale affrontato durante l’incontro è stata la necessità di far avanzare, ma soprattutto concretizzare, le proposte discusse e condivise nella Consulta Interistituzionale relative alle problematiche connesse alla Terra dei Fuochi.

Un problema che nonostante l’inteso lavoro svolto e la notevole attività di sensibilizzazione portata avanti da tutti coloro che si riconoscono nella Consulta, pare che non abbia portato ancora alcun risultato concreto e a pagarne le conseguenze sono le comunità cittadine che sono ancora costrette a vivere: roghi tossici, miasmi e tanto altro che continua a rendere difficile la quotidianità, imperversando sulla vita e la salute della gente.

SALUTO AI SINDACI

“Siamo qui questa sera per sostenerci nella lotta alla giustizia, la pace e all’amore. Valori sicuramente cattolici molto importanti ed efficaci nella sfera religiosa ma che trovano fondamento anche nella nostra quotidianità. Nella religiosità non ci sono valori che non siano anzitutto umani, tutto ciò che è nel creato e comunque collegato ad una dimensione religiosa, questo giustifica qui la vostra presenza questa sera”, ha detto il Vescovo rivolgendosi ai sindaci presenti.

L’INTERVENTO DI SUA ECCELLENZA

“Avvertiamo l’esigenza di riallacciare un dialogo, c’è bisogno di un’attenzione rinnovata a quanto ci siamo detti tante volte. Un’attenzione alla persona umana che sia lievito alla formazione dei cittadini”, ha dichiarato sua Eccellenza riguardo alla problematica situazione della Terra dei Fuochi.

Ha continuato dicendo: “Con gli amici del consorzio abbiamo sentito l’esigenza di riprendere il discorso perché ancora oggi sembra difficile trovare una soluzione al problema. C’è bisogno di un’attenzione rinnovata a ciò che ci siamo già detti in passato. Non si tratta di una semplice pulizia del territorio ma è un’attenzione alla persona umana. Tutto ciò che noi facciamo, involontariamente, forma. I cittadini si formano proprio nel contesto nel quale si vive. Così come, i giovani si educano in un clima, lo stesso potrebbe essere per i cittadini:  il clima dell’ecologia che fornisce strumenti per evitare l’inquinamento che fornisce uno stile di vita.”

A conclusione, i sindaci e rappresentanti istituzionali intervenuti hanno concordato sulla necessità di promuovere azioni mirate e concrete.