Muore il cognato del Boss nel napoletano: il mercato cittadino si ferma per lutto

Muore il cognato del Boss nel napoletano: il mercato cittadino si ferma per lutto

Sembra che effettivamente qualcuno abbia avvicinato all’alba i primi ambulanti mentre stavano sistemando le bancarelle, chiedendogli di non allestire il mercato


Il mercato rionale del quartiere Savorito, a Castellammare di Stabia, giovedì non si è svolto in concomitanza di un lutto del clan Imparato, per la morte del cognato del boss.

Della vicenda – come scrive il quotidiano Metropolis – sono stati informati i carabinieri della locale Compagnia che stanno verificando, come sostenuto da diversi clienti e residenti, se è vero che agli ambulanti è stato intimato di tornarsene a casa per ‘rispetto’ del lutto della cosca camorristica.

L’alternativa è che sia stata una decisione volontaria, ma “in entrambi i casi – scrive il giornale di Castellammare – è un episodio grave, perchè certificherebbe ancora il controllo del clan sull’intero quartiere, nonostante inchieste, arresti e condanne degli ultimi anni”.

Dai primi accertamenti, tuttavia, sembra che effettivamente qualcuno abbia avvicinato all’alba i primi ambulanti mentre stavano sistemando le bancarelle, chiedendogli di non allestire il mercato perchè c’era un lutto da rispettare. “Invito” che è stato subito recepito.

Le indagini dei carabinieri, coordinati dalla procura antimafia, puntano ad accertare cosa è effettivamente avvenuto, partendo dal dato di fatto che il mercato non si è tenuto, senza alcun avviso ai cittadini del mancato svolgimento. Il Comune di Castellammare di Stabia, sciolto per infiltrazioni mafiose, è attualmente guidato da una commissione anti-camorra.