Napoli, 27enne aggredisce la madre e gli agenti: in manette

Napoli, 27enne aggredisce la madre e gli agenti: in manette

I poliziotti, una volta entrati nell’appartamento, sono stati avvicinati da una donna la quale ha raccontato che, poco prima, il figlio le aveva chiesto dei soldi ma, di fronte al suo rifiuto, l’aveva aggredita colpendola con calci e pugni


NAPOLI – Ieri pomeriggio gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti per la segnalazione di una lite in famiglia.

I poliziotti, una volta entrati nell’appartamento, sono stati avvicinati da una donna la quale ha raccontato che, poco prima, il figlio le aveva chiesto dei soldi ma, di fronte al suo rifiuto, l’aveva aggredita colpendola con calci e pugni e lanciandole contro alcune suppellettili della cucina; a quel punto, si è immediatamente rinchiusa in camera da letto per poi contattare la polizia.

Gli operatori hanno raggiunto nell’altra stanza l’uomo il quale, alla loro vista, ha iniziato a dare in escandescenze inveendo contro la madre e gli agenti per poi spintonarli e colpire uno di loro con un calcio ma, non senza difficoltà, è stato bloccato.
Un 27enne napoletano con precedenti di polizia è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale.