Naufragio di migranti in Grecia, si cercano decine di dispersi

Naufragio di migranti in Grecia, si cercano decine di dispersi

Quattro sbarchi con 175 persone sui barconi a Lampedusa


ATENE – Una barca a vela su cui stavano viaggiando circa 68 migranti, salpata dalla Turchia, è naufragata nelle prime ore di questa mattina nello stretto di Kafireas, tra le isole di Andros e Evia. Lo riporta la Guardia costiera greca, impegnata nelle operazioni di ricerca e salvataggio dei migranti.

Nove uomini che si erano inizialmente messi in salvo su un isolotto sono stati soccorsi dalle autorità greche, ma in base ai racconti dei sopravvissuti sull’imbarcazione avrebbero viaggiato almeno 68 persone.

Intanto proseguono le ricerche di almeno 8 persone dopo un altro naufragio avvenuto ieri pomeriggio a largo dell’isola di Samos. L’operazione di stamani, secondo quanto riferito in un comunicato della Guardia Costiera greca, è iniziata dopo che i passeggeri dell’imbarcazione avevano lanciato una richiesta di soccorso alla linea di emergenza greca del 112. Le operazioni di salvataggio sono state tuttavia ostacolate dalle condizioni meteorologiche avverse a causa dei forti venti che avrebbero portato al naufragio della barca.

Fra la notte e l’alba, intanto, sono 175 i migranti arrivati, con 4 diversi barconi, a Lampedusa. A soccorrere le carrette sono state le motovedette delle fiamme gialle e della capitaneria.

Sul primo natante, salpato da Sfax e che ha perso in acqua il motore durante il viaggio, c’erano 37 persone (fra cui 13 donne e un minore) in fuga da Mali, Costa d’Avorio, Guinea e Camerun. Sul secondo, giunto all’alba, erano invece 49, fra cui 12 donne e 4 minori. Trasbordati anche i 39 migranti (fra cui 11 donne e 2 minori) che erano su un’imbarcazione di ferro di 7 metri e poi altri 50, fra cui 22 donne e 10 minori. Tutti sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola. Ieri, con 6 imbarcazioni, erano giunte 204 persone.